Fondazione “I Care” Fucecchio

La Fondazione “I CARE” persegue finalità di solidarietà sociale, e svolge la propria attività nel settore della tutela dei diritti civili. Si costituisce nel 2004, grazie alla volontà e al contributo dei soci fondatori, ottenendo il riconoscimento di Onlus. Del progetto della sede, eseguito dal 2005 al 2007, sono incaricati l’architetti Luigi Latini e Paolo Sordi con l’idea di accogliere, oltre alla sede della fondazione, spazi per associazioni di volontariato, luoghi specifici per mostre, eventi culturali e sociali, oltre a un auditorium disponibile per circa 100 posti, un bar-enoteca e un ristorante.

La sede della fondazione vuole essere un luogo di riferimento per chi vive il quotidiano, un centro con attività indirizzate ad un utenza di raggio sia locale che territoriale. La concentrazione di tali funzioni attribuisce al nuovo edificio un ruolo emergente e simbolico per l’area circostante, che si riflette anche nei caratteri architettonici dello spazio che la ospita. Oggi l’edificio è occupato da sedi di istituzioni ed attività quali: la Fondazione stessa, la rivista e casa editrice “Il Grandevetro”, una Cooperativa sociale, un Consorzio che opera nell’ambito della formazione, l’Auser di Fucecchio e il circolo del PD di Fucecchio.

Il programma di attività della fondazione è volto – come recita lo statuto, alla valorizzazione della cultura della libertà e dell’uguaglianza, dell’equità e della giustizia, del lavoro, della solidarietà sociale e della pace. A tal fine, la Fondazione promuove ed organizza attività dirette ad arrecare benefici a persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari. Tali attività sono indirizzate a tutelare i diritti umani, a promuovere lo sviluppo umano sostenibile, alla formazione di una società interetnica e interculturale; a sostenere, infine, il riconoscimento della diversità come valore, rifiutando ogni discriminazione di sesso e di orientamento sessuale, di razza, di religione e di cultura, coinvolgendo tutti gli uomini al fine di superare ogni forma di disuguaglianza sociale.
Cultura,solidarietà,diritti civili possono essere considerate le parole chiave corrispondenti ai tre ambiti principali che caratterizzeranno gli intenti e la programmazione della fondazione: con l’attivazione di un calendario di incontri tematici, seminari, cicli di conferenze, esposizioni a partire dall’anno 2008. Nell’ambito della programmazione immediata è previsto, con il nuovo anno, l’avvio di un Cinefórum, organizzato da un gruppo giovanile interno alla fondazione.

I CARE” – me ne importa – di come funziona il nostro pianeta Terra ed in primo luogo del nucleo fondamentale in cui si organizza la vita degli uomini, la “Polis”. Il nostro territorio, come l’Italia, sta vivendo delle grandi trasformazioni sociali ed economiche: basta pensare all’invecchiamento della popolazione e al contemporaneo arrivo anche a Fucecchio di cittadini da ogni parte del mondo. La Fondazione nasce con l’impegno a lavorare nella Polis, con la missione di farla crescere in civiltà, una città con una grande Agorà dove i cittadini si incontrino e riflettano, uno spazio pubblico che possa offrire opportunità di crescita culturale. In una società che, per paura del futuro, tende a rifugiarsi nel solo interesse personale, la Fondazione lavora per un nuovo umanesimo che abbia come fondamenta la crescita della libertà individuale e lo sviluppo delle capacità intellettive, partendo dal convincimento che ciò sarà possibile se nello stesso tempo avremo il pieno godimento dei diritti inviolabili dell’uomo e il radicamento di beni collettivi materiali e immateriali come la libertà, la solidarietà, la giustizia, l’uguaglianza.

Sito Internet

www.fondazioneicare.it

Contatti

Telefono: 0571 22376 – 345 5664110

presidenza@fondazioneicare.it

segreteria@fondazioneicare.it

info@fondazioneicare.it

I commenti sono chiusi.